Cercasi Alessandro Magno

Aggiornamenti sulla questione Infostrada

Dopo varie chiamate, iniziate a novembre, il mio numero di casa è stato messo in blacklist. È evidente che sia così: non sono più riuscita a parlare con nessun operatore del servizio tecnico, a qualsiasi ora del giorno provassi a chiamare. Nel frattempo il mio ragazzo è stato mandato dall’altro lato del mondo -6 ore di fuso orario- per lavoro.

Per cercare di aver modo di parlargli, ogni tanto, ché se mediti di sposare qualcuno averci ogni tanto a che fare fa piacere, ho riprovato a chiamare Infostrada. Al commerciale, visto che il servizio tecnico ormai mi è precluso. E allo scopo di chiedere quanto costa telefonare alla località a sei ore da +1 e a -4 gradi celsius in cui passa le sue giornate Oblomov[1]. Già che ero lì, all’operatrice gentile ho chiesto a che punto fosse la mia linea adsl, facendo notare che il problema di chiamare tanto lontano non si sarebbe posto se avessi possibilità di connettermi senza cavalcare i wii fii altrui come un’eroina cyberpunk. Ehm, questo non l’ho detto.

Risposta?
-Eh, scusi, non posso aiutarla, ci sono dei blocchi sulla linea.
-Mi scusi, da profana viene da pensare che le operazioni fisiche da compiere sulla linea siano: staccare spinotto, attaccare spinotto. Evidentemente c’è il nodo di Gordio tra i fili del telefono.
-………………. silenzio
-Grazie per la sua gentilezza, buongiorno
-Buongiorno

Che vuol dire che ci sono dei blocchi sulla linea? Mi viene da pensare a grossi macigni, blocchi di granito, di marmo, di pietra lavica, di tufo, colate di piombo fuso, massi di travertino. Posti di blocco che cercano di non far passare il segnale perquisendo uno per uno tutti i pacchetti dati manco si trattasse di cercare un pericoloso narcotrafficante stupratore di bambini.
Non chiedo di avere immediatamente l’adsl, con tante scuse e vari euri di danni. Vorrei sapere cosa accidenti vuol dire che ci sono “blocchi sulla linea” e cosa diamine si deve fare per rimuoverli.

Come ho modo di pubblicare questo post ho modo di contattare Oblomov, e sta bene. Collegarsi appoggiata alla finestra del cesso è un altro modo per dire “Ti amo”

[1] 29 centesimi di scatto alla risposta e poi 12 centesimi al minuto. La telefonata tipo tra me e lui verrebbe a costare al massimo 77 centesimi. Ma prima dovrei farmelo passare, cercando di comunicare in una lingua che leggo con gran facilità, ma che non parlo se non con grandi sforzi.

This entry was posted on Tuesday, January 13th, 2009 at 1:49 pm and is filed under Uncategorized. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

4 Responses to “Cercasi Alessandro Magno”

  1. Ophelia says:

    Secondo me hanno trovato la pietra filosofale dentro il tuo doppino telefonico, e sono penetrati nottetempo in casa tua per incasinare tutto e rubare “il loro tessoro”. Però la pietra filosofale è rimasta incastrata; dunque ecco svelato perchè “ci sono dei blocchi sulla sua linea, signorina”.
    Signorina, già te lo dissi più volte, secondo me con questi qui hai avuto dei modi troppo “urbani” fino ad ora. Un bacio ^_^

  2. fla... says:

    Spero che nel frattempo tu abbia risolto, 6 ore, freddo…direi nord America. Se non hai ancora risolto forse questo può esserti d’aiuto.
    http://www.voipbuster.com/en/index.html
    Sempre che a casa tu abbia il telefono…
    inserisci il tuo numero e il suo numero, prima chiamano te, tu alzi la cornetta e chiamano lui…la comunicazione è tranquilla e non costa niente per i primi 3 mesi.
    Ciao
    fla…

  3. pietro says:

    Io lavoro per un ente pubblico e non riesco a parlare col numero verde, da almeno due mesi, preposto all’aiuto dei vari uffici in caso di problemi…Ora so che c’è un blocco sulla linea. Grazie, se l’avessi saputo prima mi sarei già messo l’anima in pace. Che paese il nostro! Un aabbraccio, Pietro.

  4. Noe says:

    ah ah ah mi fai ridere troppo come sempre.
    Cioè…non per quello che ti capita, ma per come lo racconti.
    Il blog è bello come sempre.
    Ero passata per un saluto.
    🙂
    Spero ti vada tutto bene.
    Ciao ciao.
    Noemi (Noe di Marforio).

Leave a Reply