Ancheglialtrismo

You didn’t earn the knowledge for yourselves, so you don’t take any responsibility… for it. You stood on the shoulders of geniuses to accomplish something as fast as you could and before you even knew what you had you patented it and packaged it and slapped it on a plastic lunchbox, and now [pounds table with fists] you’re selling it, [pounds table again]  you want to sell it!

Dr. Ian Malcom

Se ne vedono, di animali strani, in giro per le moderne città. Ad esempio l’altro giorno ho incontrato un dinosauro. Un tirannosauro, per l’esattezza: un tirannosauro con i baffetti, se vogliamo essere ancora più precisi.Come tutti i dinosauri sono usi fare, parlava, facendo i classici discorsi da dinosauro: “Certo, noi sbraniamo i brontosauri, ma dovreste vedere cosa fanno i velociraptor ai brachiosauri: sebbene siano cento volte più grossi di loro li sbudellano con l’unghia del mignolo, così, senza fare fatica. E gli allosauri? Avete visto che denti hanno gli allosauri? Non ditemi che se ne servono solo per nutrirsi: loro ci godono, ci godono nell’ammazzare. E i compsognati? Si nutrono di lucertole, non sono forse i più schifosi? Insomma, noi T-rex dovremmo fare scuola: purtroppo il nostro esempio è poco seguito” E giù con questi discorsi: noi ammazziamo, ma loro squarciano, segano, lacerano, sbranano, mutilano, masticano, frantumano ossa, succhiano cervelli. L’ipocrisia del dinosauro con i baffetti mi ha sconvolta: sono pochi i casi così palesi di ancheglialtrismo. Ho gli incubi da una settimana, peggio di quando ho visto Jurassic Park e avevo dodici anni e ero innamorata di uno dei protagonisti: guarda caso il matematico: sì, sono recidiva. Ora penso che sia un cretino: ciò dimostra l’imprevedibilità dei sistemi complessi.

Anche nella realtà, così come nei film, chi è che riesce a ammazzare i dinosauri? Finiscono per ammazzarsi fra loro e poco importa se nel farlo travolgono qualche essere umano

Ah, la foto sopra è tratta da Jurassic Park e l’attrice è Laura Dern.

This entry was posted on Monday, November 3rd, 2008 at 12:55 pm and is filed under Uncategorized. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

4 Responses to “Ancheglialtrismo”

  1. Shadow says:

    Non ho capito niente e non ho letto la parte in inglese… troppa fatica!!!

  2. Ophelia says:

    Io invece ho capito sin troppo bene.
    Mia cara Azalais, mi sa che per quel T-rex non c’è speranza che valga l’imprevedibilità dei sistemi complessi. Sarà eterno simbolo di sè stesso e delle miserie che si trascina appresso. Ovvero non cambierà mai. Perchè dovrebbe?! 😉

  3. Eno says:

    A me mi piaceva leggere Ian Malcom.
    Siccome che ero alle medie e il sprof ci faceva leggere il libro, appena uscito il film in cine, io interpretavo sempre le battute di Malcom.
    E il romanzo mi aveva piaciuto molto perché mi pareva avventuroso e cinico.

    ( A 13 anni e mezzo parlavo essenzialmente e solo in triestino. Questa è la traduzione letterale. Che mestiere fa quel T-Rex catanese? )

  4. Azalais says:

    Shadow Roba per iniziati. Possono capire appieno solo i miei colleghi.

    Ophelia Non dico cambiare, no, quello no. Dico smettere di nuocere. Succederà mai?

    Eno Secondo me noi abbiamo avuto un’infanzia sin troppo simile.

Leave a Reply